Quando il pene diventa curvo …

La Malattia di La Peyronie o Induratio Penis Plastica (IPP) si caratterizza per la formazione di una lesione fibrosa, cicatriziale ed anelastica denominata “placca” circoscritta a carico della tunica albuginea dei corpi cavernosi, cioè uno dei “rivestimenti” interni del pene .

L’IPP è tutt’altro che una patologia rara. Si stima che possa colpire fino al 5% dei maschi nel corso della loro vita, prevalentemente nel periodo tra i 45 e i 60 anni. Tuttavia, poichè molti incurvamenti lievi sicuramente non giungono all’attenzione del medico, è ragionevole che la prevalenza di questa malattia sia maggiore.

La placca da IPP si accompagna nella maggior parte dei casi ad un incurvamento del pene, che nei casi più gravi può anche superare i 90°

EZIOPATOGENESI

L’eziopatogenesi è a tutt’oggi misconosciuta; la teoria più accreditata vedrebbe l’IPP come un “processo infiammatorio aberrante” che riconoscerebbe come evento scatenante un trauma a livello penieno, tuttavia nella maggior parte dei casi non si rileva una storia di trauma penieno all’anamnesi , allo stesso tempo, non tutti i pazienti con traumatismi del pene sviluppano tale malattia; ciò sta a significare che altri fattori e/o meccanismi devono necessariamente intervenire nella patogenesi dell’IPP (familiarità, trasmissione genetica, infezioni, processi autoimmuni).

Vi sono poi alcune condizioni patologiche nelle quali l’IPP si riscontra con una maggior frequenza rispetto alla popolazione generale. Nella popolazione dei diabetici, ad esempio, l’IPP è presente in 1 paziente su 5.

Continua a leggere