#4446
Gallo Fabrizio
Gallo Fabrizio
Keymaster

Buongiorno, 2 litri di acqua al giorno sono considerati una quantità sufficiente anche perchè un maggior introito di liquidi generalmente determina la necessità di urinare molto spesso con disagio per il paziente. Tra le acque, non c’è particolare evidenza che un tipo sia meglio di un’altra. Se possibile, sarebbe meglio scegliere acque con basso residuo fisso anche se rimane importante innanzitutto che l’acqua piaccia in modo tale da favorire l’apporto idrico. Inoltre, le consiglio vivamente di iniziare un ciclo di cure per ostacolare la deposizione della sabbietta a base di alcalinizzanti (citrato di potassio e magnesio) che trova in farmacia, di fare un esercizio fisico regolare e di eseguire un’ecografia delle vie urinarie ogni 6 mesi al fine di tenere la situazione sotto controllo. Purtroppo, tutti questi rimedi riducono ma non eliminano completamente il rischio di sviluppare colice renali.